Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

RUN & JUMP – Milano torna a correre. Cremona e Varese: occasione sprecata per i Play Off. Cantù retrocede in A2.

Visto la simultaneità  degli incontri oggi proponiamo un Format diverso dal solito articolo che di solito scriviamo ogni settimana. Anche il 28 turno di Legabasket non ha tradito le attese con un testa coda che racchiude un po la situazione del tutto differente di due piazze storiche del nostro campionato, come Milano che e’ ritornata a correre (ad un passo dalla prima posizione in classifica e con un piede e mezzo alle Final Four di Eurolega) mentre Cantù retrocede in Legadue (in attesa del blocco delle retrocessioni che potrebbe salvare la gloriosa società Lombarda dal purgatorio della seconda serie cestistica nazionale.) Nel frattempo gli uomini di Ettore Messina liquidano Pesaro col mi nimo sindacale, grazie anche all’apporto degli “italiani” Cinciarini e Biligha che uniti ad un solido LeDay chiudono la pratica marchigiana. I ragazzi di Jasmin Repesa giocano un primo quarto stellare, ma sulla lunga distanza Pesaro gioca una Pallacanestro troppo perimetrale che nel tempo di gioco, non paga più dìvidendi, con percentuali e tiri poco equilibrati che portano Milano al successo sull’88 a 81. Mentre Sassari e Venezia continuano a nella loro sfida per il 4° posto che significa fattore campo nei playoff, i lagunari vincono il derby contro Treviso in una gara sempre sotto controllo, mentre i sardi piegano la resistenza di una coriacea Reggio Emilia grazie ad grande Bendzius autore di 25 punti pesanti. Cremona e Varese propio a salvezza acquisita si fanno scappare forse l’ultima possibiltà per poter centrare l’ultimo posto utile per i playoff. Mentre Cantù come detto in apertura almeno sul campo è retrocessa  in Legadue, in attesa di capire se veramente ci sarà il blocco delle retrocessioni. un provvedimento che a nostro avviso andrebbe a penalizzare tante società che hanno investito davvero tanto per ritornare nella massima serie.