Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

Road to Eurobasket 2015 – ISLANDA

Questa sera alle ore 18.00 andrà di scena la seconda giornata di questo Eurobasket 2015, l’Italia affronterà dopo la sconfitta di ieri sera contro la Turchia, gli Islandesi di coach Greig Pedersen che ha portato alla qualificazione degli Europei per la prima volta nella storia della nazione a discapito della quotata Gran Bretagna che la scorsa estate ha subito due sconfitte regalando cosi la qualificazione ai ‘glaciali’ islandesi.

Andiamo ad esaminare i 12 che scenderanno in campo contro gli azzurri.
ISLANDA

Ragnar Nathanaelsson – C
Hlynur Baeringsson – F
Axel Kárason – F
Helgi Magnússon – F
Haukur Pálsson – F
Jon Stefansson – F
Pavel Ermolinskij – F
Jakob Sigurdarson – G
Martin Hermannsson – G
Logi Gunnarsson – G
Aegir Steinarsson – G
Hördur Vilhjálmsson – G
Coach: Craig Pedersen

Il primo nome di spicco è sicuramente Jon Stefansson, ex Roma e Napoli, con grandi caratteristiche difensive e offensive (ieri autore di 23 punti contro la Germania). E’ anche il leader fuori dal campo, che avrà un ruolo ancora più importante in questa prima esperienza europea per una nazionale non abituata a questi palcoscenici. Hordur Vilhjalmsson è un buon playmaker/guardia che in questi anni ha militato in Spagna e Germania con una media sopra i 10 punti a partita. La guardia titolare sarà Pavel Ermolinkij, capace di giocare anche in cabina di regia nonostante la stazza (202 cm), riuscendo a dare su tutti i fronti un aiuto alla squadra con rimbalzi,assist,stoppate o palle recuperate. Haukur Palsson è l’ala piccola vista gli scorsi anni nei campionati Spagnoli, con ottimi mezzi atletici può far male anche dai 6.75.  Hylnur Baeringsson chiude il quintetto, gioca in scezia e possiede un ottimo tiro, si fa valere anche sotto le plance nonostante non sia un gigante (200 cm). Dalla panchina gli islandesi non hanno molte scelte, il più esperto è senza dubbio Logi Gunnarsson che ha militato in Svezia negli anni passati, con un discreto tiro anche se non sempre molto efficace. Da segnalare invece il giovane Martin Hermansson che milita in Ncaa, è un ottimo prospetto il classe 95′, nonchè l’artefice della vittoria contro la Gran Bretagna nei gironi di qualificazione grazie a 22 punti con 10/14 dal campo. Ragnar Nathanaelsson è il secondo lungo (218 cm!) con poche caratteristiche nel suo bagaglio tecnico, può dar qualche minuto di fiato ai titolari. Jakob Sigurdarson è il cambio del playmaker, con qualche punto nelle mani ma anche una discreta visione di gioco. Karason Axel, Magnusson Helgi e Palsson Haukur  tutti e tre ali piccole con un minutaggio vicino allo zero, completano il roster di coach Pedersen.

Nessun precedente con l’Islanda da segnalare.