Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

La Pasta Reggia Caserta ‘trema’ ma alla fine vince su Montegranaro.

PASTA REGGIA CASERTA – SUTOR MONTEGRANARO        75 – 68

Pasta Reggia: Mordente 8, Vitali 7, Tommasini, Michelori 12, Brooks 14, Roberts 9, Moore Ronald 10, Scott 11, Easley 4. N.e. Marini e Marzaioli. Coach: Molin

Sutor: Cinciarini 5, Sakic 6, Lauwers 9, Kudlacek 9, Campani 9, Mazzola 15, Mitrovic 7, Billie 8. N.e. Tessitore, Rossi e Piunti. Coach: Recalcati

Arbitri: Lamonica – Weidmann – Borgioni

Note: punteggi parziali 22 – 22, 41 – 33, 60 – 47.

CASERTA – Una bella Pasta Reggia Caserta batte la Sutor Montegranaro e continua a sperare nei Play Off. Si, infatti la squadra cara al presidente Barbagallo è in piena lotta per uno dei due posti che occorrono per partecipare al primo turno dei Play Off. Mai una posizione di classifica come questa, era mai stata pronosticata alla vigilia del campionato; segno questo che, nonostante i tantissimi problemi di amalgama, di gioventù marcata tra gli atleti bianconeri, per lo più nuovi quest’anno a calpestare i parquet italiani, il lavoro di coach Molin sta premiando, eccome! Con Montegranaro però, non è stata uan gara semplice. Anzi, l’aveva proprio detto il coach casertano nella tradizionale conferenza stampa del venerdì, esortando ad una pronta concentrazione per aggiudicarsi i due punti in palio, utili per la parte alta della classifica e la salvezza definitiva. Brooks e compagni hanno pienamente rispettato gli ordini del coach veneziano, giocando una buona gara e dimostrando di avere anche un forte carattere, nei momenti cruciali del match.

Parte bene Caserta con uno schiaccione di Easley. Il pivot di colore però, non ha brillato stasera, ma ha dato il “là” per iniziare a correre contro la squadra avversaria. Infatti la Sutor ha sparato a salve i primi due tiri dalla lunga distanza. Nell’azione successiva ancora la Pasta Reggia Caserta a segno con Brooks. Ci sono voluti i primi 3′ di gioco per vedere il primo canestro dei marchigiani, segnato da Skeene. Ma Caserta non vuole che gli ospiti s’impadroniscono del match. In difesa la squadra casertana è attenta a recuperare qualche pallone e a mandare in contropiede Brooks e Mordente. Ma quest’ultimo però, ha infilato una ‘bomba’ che ha infiammato il Palamaggiò, con la tifoseria bianconera in visibilio. Time out di coach Recalcati per parlare ai suoi e subito la squadra marchigiana trova un missile andato a segno dalle mani di Kludaceck. La difesa cresce per la Sutor che trova anche un paio di contropiedi; poi al 7′ arriva addirittura il sorpasso (15 a 16) grazie ad un tiro da tre punti di Cianciarini. Caserta però è pronta a reagire e a chiudere il primo quarto in parità: 22 a 22.

Nel secondo quarto ecco che sale in cattedra Moore, il neo acquisto playmaker. Il folletto color d’ebano serve un paio di assist a Michelori, entrato al posto di Easley, che trasforma in canestri. Poi trova anche una ‘bomba’ che costruisce un primo positivo break a favore. La Sutor ‘sbanda’ e va al riposo lungo con 8 lunghezze da recuperare: 41 a 33. Nella ripresa la Pasta Reggia Caserta domina il match, con i canestro e le schiacciate di Roberts e Scott. Anche Vitali da il proprio contributo dalla lunga distanza; sono canestri che portano i casertani sul +18 e fanno ipotecare anche la vittoria. Qualche invenzione di Mazzola dalla lunga distanza, riducono lo svantaggio per i marchigiani che, comunque, chiudono il terzo quarto con 13 punti di ritardo: 60 – 47. Nell’ultimo tempo ecco che Caserta ‘sbanda’ ma inizia anche a tremare. La Sutor stringe in difesa e macina gioco; con i canestri di Mazzola, Mitrovic, Campani e Lauwers recupera e giunge a soli 2 punti dalla Pasta Reggia. Fiato sospeso a 2′ dalla sirena finale; ma Caserta con Brooks e una bomba decisiva di Mordente, crea il solco definitivo per vincere il match.

A seguire le immagini con audio originale e le interviste in sala Stampa

[sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=7rG5wUB6Qyw” /]