Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

La Pasta Reggia Caserta ‘sciupa’ ancora una volta in trasferta

GRANAROLO BOLOGNA – PASTA REGGIA CASERTA. 74-66

GRANAROLO: Gaddefors 14, Hardy 18, Fontecchio 5, Negri, Jordan, Warren 10, King 4, Walsh 4, Ebi 15. N.e. Tinti, Guazzaloca e Gazzotti. Coach: Valli

PASTA REGGIA: Mordente 7, Vitali 7, Tommasini, Michelori 6, Brooks 11, Roberts 8, Moore 14, Scott 5, Easley 8. N.e. Marzaioli. Coach: Molin

Punteggi parziali: 14-21; 33-35; 50-50

BOLOGNA – La Pasta Reggia Caserta non riesce ad espugnare l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna), dando così la possibilità alla Granarolo di riprendersi un pò di classifica persa, dopo un campionato non certo esaltante. Infatti, con la vittoria sui casertani, è la seconda di seguito, contando anche quella esterna acciuffata sul difficilissimo campo di Brindisi.

La Pasta Reggia Caserta ha dimostrato ancora una volta il suo “limite” da quarto tempo. E’ capitato troppo spesso in questo Torneo; è capitato anche domenica scorsa in casa contro Cantù, ma grazie al campo di casa e ad un pubblico meraviglioso, la compagine di Terra di Lavoro è riuscita a far suo il match. A Bologna come è successo contro Brindisi, Caserta si spegne (o meglio rallenta la corsa) nell’ultimo quarto, dando la possibilità agli avversari di sfruttare tutti gli innumerevoli errori al tiro e palle perse che Roberts e compagni collezionano, e agguantare la vittoria.

Dominio netto della Pasta Reggia Caserta nel primo quarto, nonostante una supremazia in centimetri dei lunghi bolognesi. Mordente e compagni hanno centrato con precisione il canestro avversario, dimostrando poi in difesa di avere grinta per fermare gli attacchi felsinei. Nel secondo quarto la musica non cambia; Brooks e Moore diventano spine nei fianchi dei giocatori bolognesi, con felici scelte di tiro e palle recuperate. Ma la Bologna che fino a quel momento ha subìto, inizia a giocare. Hardy segna un paio di canestri importanti ed Ebi compie il soprasso. Ma Caserta è pronta a recuperare e ad andare al riposo lungo sul +2 (33 a 35). Nel terzo quarto perfetta parità, con le due squadre che si equivalgono in punti e tanti errori al tiro ed in difesa.  Nell’ultimo periodo ecco che Bologna inizia a macinare gioco. Gaddefors trova due missili dalla lunga distanza da togliere il fiato ai casertani. Poi, nell’azione successiva la Pasta Reggia Caserta sciupa con Scott dalla lunetta e qualche minuto dopo, anche Vitali litiga con la linea della carità. Occasioni poste su di un piatto d’argento per la Granarolo che sfrutta gli errori casertani con i canestri impossibili di Gaddefors e Walsh, quest’ultimo in sottomano a sinistra con la mano destra, che regalano il break decisivo per la vittoria finale.

Bologna per la Pasta Reggia Caserta poteva essere il campo dove andare a prendere quella vittoria esterna in chiave corsa ai Play Off. Peccato per aver perso una ghiotta occasione.

(nella foto il time out di coach Giorgio Valli della Granarolo Bologna)