Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – La Pasta Reggia Caserta ‘asfalta’ la capolista Siena

MONTEPASCHI SIENA – PASTA REGGIA CASERTA 60 – 81

Montepaschi: Viggiano 15, Hunter ne, Cournooh 2, Rochestie 8, Carter 3, Ress 1, Cappelletti ne, Ortner 1, Nelson 4, Udom ne, Green 26. Allenatore: Crespi
Pasta Reggia: Mordente 4, Marzaioli ne, Vitali 15, Tommasini, Michelori 2, Brooks 19, Moore ne, Roberts 14, Hannah 14, Scott 13. Allenatore: Molin

Arbitri: Caiazza, Sahin, Martolini

Note: Punteggi parziali 10-23, 21-44. 44-63. Percentuali al tiro: Montepaschi – tiri da 2 18/32 (56%), da 3 4/24 (17%), liberi 12/15 (80%), rimbalzi 29 di cui 9 offensivi
Pasta Reggia: tiri da 2 26/43 (60%), da 3 7/18 (39%), liberi 8/12 (67%), rimbalzi 34 di cui 7 offensivi

 

Siena – La Pasta Reggia Caserta ‘doma’, per la seconda volta consecutiva nella sua tana, la forte Montepaschi Siena. E lo fa ‘sonoramente’ visto che nel Palaestra la temperatura era praticamente uguale all’Altopiano di Asiago (-21) per i senesi!. Mai contro Caserta la squadra toscana aveva subito tanta mortificazione; negli anni passati, ad iniziare dall’era Maggiò, tanti match sono stati giocati, anche con grande equilibrio, con le tifoserie di un tempo (forse molto più ‘calde’ di adesso) a darsele di santa ragione prima, durante e dopo i match giocati sia a Siena che a Caserta. Questa volta invece il grande ‘Lele’ Molin ha preparato a dovere questa gara, per poter fare il blitz dove non si era mai riusciti a fare con tanto divario nel punteggio.

Il match è stato praticamente tutto nelle mani dei casertani che hanno dominato sin dalle prime battute. A orchestrare in cabina di regia il solito Hannah che, nonostante un paio di assurde palle perse, ha saputo far girare i suo a dovere. Caserta vola subito sul +12 al 5′ sotto gli occhi increduli di coach Marco Crespi, arrabbiatissimo con i suoi in campo. Brooks era una garanzia di realizzazione, così come Mordente. Ma a fare le scintille è stato Chris Roberts che sia dalla distanza che nei pressi del canestro, ha sfoggiato una prestazione superiore alle aspettative. Il primo quarto si chiudeva sul 10 a 23 per la Pasta Reggia.

Nel secondo quarto Green e Viggiano tentano di recuperare quanto perso ne primo, ma Caserta è blindata. In difesa e in attacco, con scelte di tiro pulite, nonostante l’assenza di Moore lasciato in panchina perchè fortemente influenzato. La Pasta Reggia Caserta prosegue nel suo gioco mentre il Montepaschi tenta con i canestri di Viggiano di riaprire il match. Un paio di invenzioni di Vitali dalla lunga distanza, una penetrazione di Hannah e un canestro di Mordente riportavano a distanza di sicurezza la squadra bianconera. Poi, prima del riposo lungo, lo spettacolo bianconero ha raggiunto un’apice da “Harlem Globetrotters”. Su una rimessa senese, Roberts recupera un pallone che gira velocemente ad Hannah; quest’ultimo con la coda dell’occhio vede Scott che si proietta a canestro: subito un passaggio ‘lob’ per lo schiaccione dell’ala d’oltreoceano casertana che, praticamente, “incendia” la tribuna bianconera, facendo andare in estasi i tifosi casertani.

Nella ripresa tutti si aspettavano il ritorno del Montepaschi Siena, bravo a recuperare i match persi; proprio com’è successo qualche giorno fa a Sassari. Ma la Pasta Reggia Caserta era talmente “al dente” per completare l’opera, con il dominio assoluto sui senesi, per una vittoria finale che ha il sapore della mortificazione per i toscani e quella di una concreta speranza, per i casertani, di poter partecipare alle ‘Final Eight’ di Coppa Italia.

Alla sirena finale tutti felici nel club casertano, a cominciare dal presidente Lello Iavazzi, dal vice presidente Carlo Barbagallo, al general manager Marco Atripaldi e  tutti gli altri dirigenti giunti nella città del Palio per essere vicini alla squadra.

Insomma, mai è successo che Caserta ne ha date tante a Siena; questa vittoria poi, è giunta dopo una magica cena di auguri natalizi, con Dirigenti, famigliari dei giocatori, Stampa casertana, presidente del CONI Provinciale di Caserta, Sindaco di Caserta ed altre Autorità. Beh…se una cena può ‘sortire’ questo effetto davvero “speciale” nella squadra, ben vengano allora questi appuntamenti…culinari… Almeno nelle settimane che precedono match importanti…..!