Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – La Sidigas riabbraccia il «Sindaco» Vitucci. Playoff e Final Eight gli obiettivi stagionali.

presentazione vitucciBentornato Frank! Dopo quindici mesi “il sindaco” Vitucci fa il suo ritorno ad Avellino in vista di una stagione che si profila molto ambiziosa: «Sono molto contento di questa avventura ad Avellino.  Ringrazio il club per avermi dato questa possibilità ossia di ricominciare un progetto ambizioso, di sviluppo e di far tornare questa città ad obiettivi importanti seguendo un percorso graduale. Questa squadra – prosegue il tecnico ex Varese – dovrà avere una precisa identità. Per questo motivo abbiamo pensato di proseguire con gli stessi protagonisti della seconda fase dello scorso anno più alcune aggiunte provenienti dal mercato. Bisogna stare piantati coi piedi per terra. Sento parlare di budget faraonici, di scudetto. I giocatori devono essere consci degli obiettivi reali ma fattibili. La qualità dei giocatori che disponiamo è sufficiente per ottenere soddisfazioni in campo».

Sulle pressioni che potrebbero influire l’operato del tecnico veneziano, il diretto interessato prova a gettare acqua sul fuoco: «Le pressioni sono un ingrediente normale per tutti. Più si alza l‘asticella e più salgono. Sono stato attratto dalla possibilità di dare sviluppo a un progetto importante in un momento storico difficile per la pallacanestro  italiana»Sugli obiettivi della stagione sia il coach sia al suo fianco il Direttore Generale Antonello Nevola usano prudenza: «Qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia e arrivare a conquistare i playoff. Sono due obiettivi importanti che ci siamo prefissati»

Sull’ultimo arrivato Will Thomas, Vitucci si mostra soddisfatto della scelta compiuta dalla società: «È un giocatore diverso da Varnado e Pittman. Si sposerà  bene coi nostri due lunghi (Ivanov e Dragovic). La sua adattabilità può essere un’aggiunta interessante al nostro sistema di gioco e, allo stesso tempo, difficilmente interpretabile in difesa per gli altri. Altro aspetto  riguarda che tengo a sottolineare  è che si tratta di un giocatore che viene ad Avellino facendo un passo in avanti rispetto al suo passato. Le motivazioni sono un aspetto importante nella valutazione finale di un atleta: l’ho potuto riscontrare di persona lo scorso anno a Varese»

Nel corso della conferenza stampa hanno preso la parola anche il Direttore Generale Nevola e il responsabile dell’area marketing Aloi.

Antonello Nevola ha tenuto a smentire le voci di budget faraonici allestiti dalla società  avellinese: «Il  budget  è in linea con gli altri anni con un leggero aumento dipeso dalla scelta di rinnovare con Lakovic, che riteniamo un regalo ai tifosi. Gli investimenti sono in linea con gli altri anni. Per l‘ultima aggiunta ci prenderemo un po’ di tempo. Col ritorno di Lakovic e Ivanov saranno quelle settimane le più importanti per la definizione della stagione»

Marco Aloi ha ribadito la sua soddisfazione per l’esito della prima fase della campagna abbonamenti: «Siamo soddisfatti della prima parte della campagna abbonamenti. Le persone hanno risposto in maniera corretta. I numeri sono importanti e superiori rispetto alle scorse annate. Ci aspettiamo altri abbonamenti nei prossimi quarantacinque giorni»