Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – Caserta di cuore e grinta vince in rimonta ad Avellino.

13 giornata di legabasket serie A1, la Sidigas Avellino affronta tra le mura amiche del pala del mauro la Pasta Reggia Caserta. Avvio a marce alte per la squadra di casa che dopo 7 minuti di gioco chiude con un parziale di 15-8 che costringe coach dell’Agnello a chiamare time out. Caserta chiude il break con Hunt sul 22-10, ma Avellino continua a difendere forte e Caserta continua a faticare, il primo quarto così si chiude sul 24-10.

Apertura di secondo quarto sempre in linea rispetto al precedente, con la differenza che anche Avellino inizia ad abbassare le percentuali dopo il 90 {64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99} da due realizzato nella prima frazione di gioco con il risultato che si fissa sul 29-14 a 6’’ dal termine. Detto fatto, i lupi iniziano di nuovo ad ingranare con un parziale di 5-0 firmato da Veikalas e Acker, con Caserta che continua a commettere errori grossolani da entrambi i lati del campo. Acker, Veikalas e Buva regalano il massimo vantaggio sul 41-19 ad 1 minuto dalla fine del quarto, che si chiude sulla stoppata di Buva sul risultato di 44-23.
Al rientro dagli spogliatoi i bianco neri sembrano aver trovato la giusta mentalità per recuperare il match, difatti con Jones e Siva firmano un parziale di 0-6 che costringe coach Sacripanti a chiamare minuto di sospensione. Avellino trova i suoi primi due punti del quarto dalla lunetta con Nunnally, ma uno straordinario Cinciarini autore di 9 punti in 1.30’’ riporta i suoi sotto di 8 lunghezze. Avellino continua a far confusione in attacco, sotto pressione dalla zona casertana, mentre gli ospiti continuano ad esprimere un buon gioco da entrambi i lati del campo. Jones ha la possibilità di accorciare le distanze sul -7 con tre liberi, ma spreca tutto tirando con uno sciagurato 0 su 3,  salvo segnare nell’azione successiva in contropiede per il -5. Il recupero si conclude con i 2 punti sempre dello stesso Jones alla fine del terzo periodo di gioco con la Juve che si trova sul -1 dopo esser stata sotto di 21 lunghezze 10 minuti prima.
Dopo 30 secondi di gioco dell’ultimo periodo, Caserta trova il primo vantaggio sul 53-54, Avellino così prova a dettare i ritmi di gioco e ritrova il contro sorpasso con Buva e Veikalas che firmano un mini parziale di 5-0, ma Caserta non demorde e trova anch’essa il contro sorpasso sul 62-63 con due punti nel pitturato di Hunt a 3.30’’ dalla fine. Avellino però non riesce a trovare la bussola del gioco e continua a non attaccare la zona, arrivando spesso a tiri forzati o palle perse, così gli ospiti con Cinciarini, Downs e Hunt chiudono la partita sul 62-70.
Ottima prova di grinta e cuore dei ragazzi di coach Dell’Agnello che dopo esser stati sotto di 21 lunghezze all’intervallo hanno saputo risalire la china portando a casa 2 punti fondamentali che permettono ai bianco neri di agguantare proprio gli irpini a quota 10 in classifica. Per Avellino ottimo primo tempo, ma non si può perdonare un attacco così scellerato e privo di movimento contro una semplice zona che ha messo in difficoltà gli irpini dall’inizio della ripresa.
Sidigas Avellino 62-70 Pasta Reggia Caserta

AVELLINO : Norcino ne, Ragland 5, Green 1, Veikalas 12, Acker 13, Leunen, Cervi 8, Severini, Nunnally 13, Pini, Buva 10, Parlato.                                                                                                              Tiri da 2: 19/38 Tiri da 3: 5/26 Tiri Liberi 9/11 Rimbalzi 44 (29 d,15 o)

IL MIGLIORE : L’intera squadra vista nei primi 20 minuti di gioco, basti pensare il 65-16 di valutazione tra le due squadre.
IL PEGGIORE : Il duo Green-Ragland è ancora molto lontano dal sembrare una coppia di playmaker validi per la categoria, di questo passo può tornare utile Acker in cabina di regia se la coppia continua a latitare.

CASERTA : Downs 12, Siva 6, Hunt 14, Cinciarini 18, Gravina ne, Jones 8, Gaddefors 7, Ghiacci 2, Giuri 3, Ingrosso.
Tiri da 2: 24/38 Tiri da 3: 4/24 Tiri Liberi: 10/14 Rimbalzi 32 (26 d,6 o)
IL MIGLIORE : Daniele Cinciarini è l’autore principale della rimonta con 13 punti nel terzo periodo di gioco che vale la vittoria finale per gli ospiti.
IL PEGGIORE :  Non possiamo decretare un peggiore in una squadra che rimonta 21 punti fuori casa con rotazioni ridotte all’osso.