Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

Serie C Gold Campania – Il casertano Sergio Luise è il nuovo allenatore della BLE Juvecaserta Academy

La scelta giunge dopo aver "sondato" le intenzioni di Gennaro Di Carlo, Massimo Origlio ex S.Antimo e Antonio Paternoster. Il primo si è accasato oggi a Nardò in Serie A2, il secondo è ancora libero e il terzo resterà quasi sicuramente con la neo promossa Sala Consilina che giocherà la Serie B nel nuovo Palasport appena terminato.

Alla fine quella chiacchierata fatta nei Play Off  da chi vi scrive e Sergio Luise, si è avverata. Sergio alla mia domanda: “Sergio ma dopo tutto che farai? Resti a Forlì?”. Il Coach in un primo momento disse si; ma poi tra le righe mi fece intendere che gli avrebbe fatto piacere “partecipare ad un Progetto”. E quale miglior Progetto si è presentato al buon Coach casertano? Quello di ritornare all’ovile; dov’era nato come Allenatore; in quello Sporting  Club Juvecaserta che ha rappresentato anche il trampolino di lancio di un uomo che ha avuto tanta passione e dedizione per lo sport dei giganti, da costruirsi una professione e quindi un futuro. Ad un “ventaglio” di potenziali nuovi coach in sostituzione del vulcanico Federico D’Addio, che ha terminato la collaborazione con il Club bianconero e che ha ricevuto i ringraziamenti da parte della Dirigenza, per quanto costruito negli ultimi due Campionati, la scelta è arrivata, senza indugi, su Sergio Luise; questo perchè ha dimostrato subito grande motivazione a sposare il programma della BLE. Mentre per gli altri, tanta “nebbia” e basta. Gennaro Di Carlo, anch’egli casertano ‘doc’ , è stato più allettato dalle sirene di Società che militano in Serie A2. San Severo, tiene d’occhio Di Carlo, ma poi alla fine sceglie Damiano Pilot ex Eurobasket Roma. E allora Gennaro Di Carlo resta nell’orbita della regione Puglia. Infatti, mentre si tentennava sulle scelte di Zanchi o Lardo sulla panchina di Nardò, alla fine Gennaro Di Carlo brucia sul tempo i due pretendenti e così guiderà Nardò per il prossimo Campionato di A2. Massimo Origlio non ha convinto, mentre con la promozione di Sala Consilina (a meno di qualche colpo a sorpresa nelle prossime ore) Antonio Paternoster resterà in provincia di Salerno per giocare il Campionato di Serie B nel nuovo impianto appena terminato. Ma Sergio Luise, aveva già vinto la concorrenza e convinto la Dirigenza. Perchè è un coach giovane ma con un grosso bagaglio di esperienza di Serie superiori. Sa lavorare con i giovani ed è abile a costruire l’empatia che negli sport di squadra rappresenta un ingrediente fondamentale per costruire un gruppo vincente.

Luise è nato il 3 luglio del 1977, è cresciuto nella Juvecaserta dove ha iniziato la sua carriera di tecnico prima nelle formazioni giovanili e, poi, nell’ambito della prima squadra, di cui è stato assistente nel biennio 2005/2007 in serie A2. Nei due anni successivi è stato responsabile del settore giovanile della società casertana, quindi è tornato alla prima squadra ricoprendo il ruolo di assistente dal 2009 al 2014 e maturando esperienza in Lega A ed in campo internazionale con la partecipazione della squadra casertana all’Eurocup ed all’Eurolega. L’anno successivo ha assunto il ruolo di responsabile del settore giovanile del Vasto Basket, società militante in serie B, di cui è stato capo allenatore nel 2015/16. Lasciato l’Abruzzo ha ricoperto il ruolo di primo assistente in serie A2 con Recanati (2016/17), Reggio Calabria (2017/18), Scafati (2019/20) e, nella stagione appena conclusa, con Forlì, sempre nella seconda serie nazionale. Laureato in scienze ambientali ed in scienze motorie, ha sottoscritto con la Ble Juvecaserta Academy un accordo biennale.

BLE Juvecaserta Academy – Cioppa in palleggio. foto Ciro Santangelo

Intanto la BLE Juvecaserta Academy ha rinnovato il contratto al ‘pezzo’ più pregiato dello scorso Campionato: quell’Antonio Cioppa che con 34 gare disputate, 369 punti realizzati con una media di 11 per gara, è entrato nel cuore di tutti i tifosi casertani e rappresenta dopo il Coach, il primo vero tassello da cui ripartire per il prossimo Campionato, il quale potrebbe anche non essere la Serie C Gold. “A buon intenditor……….!”