Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LNP SERIE B – Avellino cade in casa e vede la salvezza lontana

Gli irpini cadono nell'importante match casalingo contro Reggio Calabria e vedono il tremo salvezza allontanarsi

Brutta sconfitta per la Del.Fes Avellino, che cede il passo a una più quadrata Viola Reggio Calabria con il punteggio di 57 – 63. Gli uomini di coach Benedetto, dopo un ottimo terzo quarto, si disuniscono di fronte alla coriacea difesa dei calabresi e perdono nel finale, grazie anche a qualche decisiva distrazione in difesa. L’MVP del match è Amar Balic, autore di 20 punti.

PRIMO QUARTO: La Del.Fes Avellino schiera in quintetto Basile, Agbogan, Hassan, Spizzichini e D’andrea, mentre la Viola si affida a Balic, Ingrosso, Duranti, Fall e Gaetano.  Prima frazione di gioco equilibrata, con i due team che sentono l’importanza dell’incontro. Le due compagini si affidano ai rispettivi leader: balic e duranti per la viola, Hassan e Basile per gli irpini. I calabresi sembrano essere più pronti sulle palle vaganti, da una delle quali Balic trova la tripla dell’11-15 e costringe coach Benedetto al time out. L’ottima giocata sull’asse D’Andrea-Hajrovic permette agli irpini di chiudere il primo quarto a un solo punto di distacco dagli avversari (16 – 17).

SECONDO QUARTO: L’inizio della seconda frazione di gioco è molto confusionario, con brutte scelte di tiro da una parte e dall’altra. Buono è invece l’avvio di Ingrosso, che piazza 5 punti che valgono il nuovo +4 degli ospiti, costringendo coach Benedetto a chiamare il secondo time out (20 – 24).  Reggio Calabria perde diverse palle banalmente, ma Avellino non riesce ad approfittarne, affidandosi troppo e male agli 1vs1 di Spizzichini (26 – 32). Il gran canestro di Ingrosso risponde ai tre liberi dei padroni di casa e fissa il punteggio, al riposo lungo, sul 29 – 34.

TERZO QUARTO: Nella terza frazione di gioco gli irpini sembrano aver spostato l’inerzia dalla loro parte, grazie anche all’ottimo apporto del nuovo arrivato Caridà. I calabresi tengono botta grazie alla buona vena realizzativa di Balic, ma gli irpini continuano a macinare gioco e difesa e si portano per la prima volta sul +3 alla fine del terzo quarto (47 – 44).

QUARTO QUARTO: L’ultima frazione di gioco è un continuo testa a testa, con diversi sorpassi e controsorpassi (49 – 50). In un finale così combattuto conta il talento, e Reggio ne ha parecchio: Ingrosso e Lazar trovano due canestri di voglia e riportano i calabresi sul +4 a 3’42” dalla fine (50 – 54). La Del.Fes si riavvicina grazie ai 4 punti di D’andrea e Spizzichini sotto le plance (54  – 55). D’andrea tarda l’uscita su Lazar, che punisce gli irpini con una pesantissima tripla a 43″ dal termine (54 – 58). A nulla serve il fallo sistematico, gli irpini cedono al cospetto di una Reggio Calabria più quadrata e perdono con il punteggio di

DEL.FES AVELLINO: Basile 5, Venga, Caridà 7, Cepic, D’andrea 12, Hajrovic 8, Agbogan 11, Hassan 10, Ense n.e., Spizzichini 4.

VIOLA REGGIO CALABRIA: Ingrosso 13, Lazar 12, Lazzari n.e., Balic 20, Valente, Besozzi, Gaetano, Duranti 5, Barrile.

DEL.FES AVELLINO – VIOLA REGGIO CALABRIA: (16 – 17; 29 – 34; 47 – 44; 57 – 63)