Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LNP Supercoppa Serie B – Alba batte il primo colpo: cade in volata Omegna

L'Olimpo Basket Alba ha la meglio per 87-83 la Fulgor Omegna

L’Olimpo Basket Alba sconfigge la Paffoni Fulgor Omegna 87-83 e si aggiudica i primi due punti della Supercoppa di Serie B.
FRANCESCO REGGIANI
Grande protagonista dell’inizio della partita è il neoacquisto albese, che dimostra sin da subito interessante personalità, il numero 25 è alla prima esperienza in B, e doti tecniche non indifferenti. L’ala classe 2002 chiude la prima frazione con 8 punti, 4 rimbalzi (2 offensivi) e 2 falli subiti: 11 di valutazione. È anche grazie ai suoi canestri che Alba rimane incollata nel punteggio a Omegna (20-21 dopo 10 minuti).
EFFETTO BALANZONI
Il centro nato a Tradate è la più pungente spina nel fianco della difesa albese. Quando è in campo, l’ex Varese mette in difficoltà e non poco i lunghi di coach Jacomuzzi all’interno del pitturato. Con la sua presenza costante sotto le plance, la Paffoni colleziona diversi doppi possessi. A testimoniare ciò ci sono i 14 punti, 7 rimbalzi e 1 assist, in poco più di 14 minuti, nel primo tempo. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 43-46.
TIRI LIBERI
L’equilibrio è la costante che rende il match aperto e avvincente. L’unico dato in cui si registra una significativa discrepanza tra le due formazioni è quello legato ai liberi. Quando si giunge a metà della seconda frazione, sono infatti 11 (14 tentativi) su 30 totali, i punti realizzati dalla linea della carità. Per l’Olimpo Basket invece solo 4 liberi tirati, di cui uno respinto dal ferro. Alla pausa lunga saranno 15 i tentativi dei rossoverdi (12 realizzati) contro gli 8 (7 messi a segno) dei biancorossi.
PROBLEMI DI FALLI
La ripresa sembra lasciar presagire nulla di positivo per Alba perché, dopo una manciata di minuti, i langaroli sono in bonus e hanno il proprio capitano, Andrea Danna, con 4 falli commessi. L’aggressività però, se da un parte penalizza, permette di recuperare palloni e complica le cose all’attacco degli uomini di Andreazza. Alba infatti regge l’urto e a tre quarti di partita è ancora a contatto: 64-69.
LA VOLATA
Alba viene respinta anche fino a -7 a metà del quarto parziale, ma reagisce e con un rocambolesco break di 9 punti, completato dalla tripla di Danna, e si riporta davanti a 3 giri d’orologio dalla conclusione (79-77). Il sigillo è di Mattia Coltro che, in attacco subisce fallo e realizza il libero dell’84-83, per poi, dall’altra parte del campo, mettersi sulla traiettoria di un passaggio e guadagnare la sfera.
Il top scorer di Alba-Omegna è Francesco Reggiani che con il 2 su 2 a tempo scaduto raggiunge quota 30 (5/9 da 2 e 4/6 da 3) superando così Jacopo Balanzoni “fermo” a 29. Per Reggiani ci sono anche 10 rimbalzi, 6 falli subiti e 3 palle recuperate. Al Pala 958 di Corneliano d’Alba, alla sirena finale, il tabellone “recita” 87-83.
Olimpo Basket Alba: Antonietti 10, Tarditi 4, Danna 21, Reggiani 30, Coltro 7, Farina 8, Cianci 4, Tagliano, Toppino 3, Eirale, Novello ne, Ferracaku ne. All.Jacomuzzi.
Paffoni Fulgor Omegna: Balanzoni 29, Del Testa 12, Artioli, Procacci 7, Segala ne, Prandin 14, Sgobba 14, Giardini, Neri 2, Scali 5. All.Andreazza.