Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – Reggio Emilia dura due quarti: vince agevolmente Pesaro

Gli uomini di coach Repesa allungano nella ripresa e ottengono i 2 punti

Dura due quarti la competitività della UNAHOTELS Reggio Emilia, che torna all’attività agonostica dopo 3 turni di stop causa covid. La Carpegna prosciutto Pesaro, dopo un piccolo affanno iniziale, si impone con autorità e vince agilmente con il punteggio di 83 – 64. Gli uomini di coach Martino, dopo un primo tempo giocato su buoni livelli, devono arrendersi alle difficoltà fisiche palesatesi nei secondi venti minuti. L’MVP del match non può che essere il trascinatore Carlos Delfino, autore di 19 punti, 8 rimbalzi e 4 assist per un 22 di valutazione.

La Cronaca

PRIMO QUARTO: Coach Repesa schiera in quintetto Robinson, Filloy, Delfino, Filipovity e Cain, mentre coach Martino risponde con Taylor, Kyzlink, Bostic, Johnson e Elegar. Indisponibili per gli emiliani Blums e Cham, mentre per i marchigiani risutano ancora positivi al Sars – Cov – 2 Massenat e Drell. La prima frazione di gioco vede le due compagini fare fatica ad attaccare il ferro, preferendo soluzioni personali estemporanee per lo più dall’arco. Dopo una partenza equilibrata con alti ritmi, Filipovity e Taylor sugli scudi (10 – 10), Reggio prova a scappare affidandosi alle soluzioni di Kizlink e Candi (15 – 22). Una tripla di Delfino tiene a contatto i suoi sul -3 alla fine del primo quarto (19 – 22)

SECONDO QUARTO: Parte forte nel secondo quarto Reggio Emilia, che si porta sul +8, costringendo coach Repesa a chiamare time out (21 – 29). All’uscita dalla sospensione, Carlos Delfino si carica i suoi sulle spalle e a suon di triple e assist riporta Pesaro alla parità (31 – 31). Coach Martino chiama a sua volta time out all’uscita del quale Reggio costruisce dei buoni tiri ma mette a referto una sola tripla (31 – 34). L’asse Delfino-Zanotti continua, invece, a macinare punti e piazza un parziale di 9-1 che dona il primo vantaggio a Pesaro (40 – 35). I due liberi di Filipovity permettono ai marchigiani di conservare i 5 punti di vantaggio (42 – 37) al riposo lungo.

TERZO QUARTO: Nel terzo quarto Pesaro ha ben altra aggressività rispetto agli ospiti. Cain garantisce rimbalzi, Filloy palle recuperate e Delfino triple e i marchigiani volano sul +10 con un 8-0 di parziale (47 – 37). Coach Martino chiama time out e Reggio prova con fatica a riavvicinarsi grazie ad Elegar (50 – 44), ma Pesaro trova protagonisti diversi: è il turno di Tambone, che con 4 punti e una recuperata riporta i marchigiani in doppia cifra di vantaggio (54 – 44). Gli emiliani si aggrappano a Bostic, che riesce a tenere i suoi a galla fino all’ultimo riposo sul 59 – 53.

QUARTO QUARTO: Elegar commette in pochi secondi quarto e quinto fallo, mettendo i suoi in difficoltà sotto le plance (64 – 55). Robinson mette il tiro del +11 e subisce fallo in attacco da Taylor, costringendo coach Martino all’ennesimo time out (66 – 55). All’uscita dalla sospensione non va meglio per Reggio che sembra non provarci neanche più. Pesaro amministra senza troppi patemi e porta a casa una solida vittoria con il punteggio finale di 84 – 63 , sigillato dalla tripla allo scadere del giovane Mujakovic.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Filloy 11, Zanotti 9, Tambone 9, Delfino 19, Filipovity 16, Robinson 10, Sablich n.e., Basso, Cain 7, Mujakovic 3.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Taylor 10, Candi 7, Elegar 6, Bonacini 3, Johnson 4, Porfilio n.e., Giannini, Diouf 4, Besozzi n.e., Kyzlink 12, Baldi Rossi 8, Bostic 9.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO – UNAHOTELS REGGIO EMILIA: (19 – 22; 42 – 37; 59 – 53; 84 – 63)