Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – Al Palaserradimigni una grande Dinamo Sassari batte l’Aquila Basket Trento per 88 a70

Importante vittoria oggi al Palaserradimigni di Sassari dove la Dinamo Banco di Sardegna  batte l’Aquila Basket Trento per 88-70 e ribalta la differenza canestri rispetto il match di andata. I ragazzi di coach Pozzecco giocano un match di grande carattere per tutti i 40 minuti di gioco e dalla prima frazione mettono in campo  cuore e nervi d’acciaio. Coach Buscaglia non trova contromisure  e deve arrendersi di fronte ad una grande Dinamo.

Ottimo la prova dell’intera squadra,  in primis Tyrus McGee,  a referto con 16 punti, 4/5 da due, 4 rimbalzi e 3 assist per un totale 17 di valutazione. 15 punti e 5 assist a referto per Jaime Smith,  Dyshawn Pierre che ha chiuso con 13 punti, 7 rimbalzi, 3 assist e 4 falli subiti per un totale 18 di valutazione.  Buon apporto anche da parte di Rashawn Thomas protagonista di un grande terzo quarto,  per lui 11 punti, 4 rimbalzi e 5 falli subiti.  Jack Cooley a referto 11 punti e 6 rimbalzi; ottimo apporto dalla panchina di Stefano Gentile (10 pt, 4 rb, 5 as) e Achille Polonara (8 pt, 4 rb, 5 fs).

Dopo l’importante vittoria sul campo del Pistoia, la Dinamo Banco di Sardegna Sassari torna tra le mura amiche del Palaserradimigni e scende in campo contro l’Aquila Basket Trento, nel match valevole per la 8° giornata del girone di ritorno del campionato LBA. Questi gli starting five: per la Dinamo Sassari Smith, McGee, Pierre, Thomas e Cooley. L’Aquila Basket risponde con Marble, Pascolo, Craft, Gomes ed Hogue.

Avvio di gara incentrato più sulla difesa che all’attacco. Cooley rompe il ghiaccio, gli ospiti non riescono ad andare a canestro, McGee  e Pierre ne approfittano e portano il padroni di casa sul +5. Gomez accorcia, lo segue Pascolo e dopo circa 7′ di gioco le squadre sono sul 13 pari.  McGee sale in cattedra e mette dentro il suo 10° punto personale costringendo coach Buscaglia  a chiamare time out. Trento non risponde, sbaglia ancora, Sassari si porta in avanti con Thomas e Gentile ed è +8 Dinamo. Mian mette dentro una tripla e la prima frazione di gioco si chiude sul 21-16.

Nel secondo quarto i bianco blu si portano subito in avanti con un parziale di 6-2 costringendo i bianco neri ad un nuovo time out. Hogue risponde presente ma i sassaresi continuano a giocare di energia e vanno sino al +12. Jovanovic non ci stà, Cooley neppure e Marble porta i suoi sul -10. Pierre e McGee continuano la cavalcata della Dinamo, Marble accorcia ma la Dinamo Sassari è la padrona del gioco e manda tutti negli spogliatoi sul punteggio di 42-30.

Al rientro dall’intervallo lungo difesa reattiva e gioco fluido  da parte dei sassaresi che con Thomas si portano sul +17. I bianco neri riordinano le idee in attacco con Gomes e Jovanovic  e qualche fischio arbitrale di troppo costringe Thomas a lasciare il parquet per aver compiuto il sul 5° fallo. Gli ospiti ne approfittano  e si  portano  sul -13 e costringe i sassaresi ad un time out. La strigliata di coach Pozzecco fa bene ai padroni di casa che si portano sul 57-41 dopo 28′ di gioco. Il terzo periodo si chiude sul 62-45.

Nell’ultima frazione di gioco Trento si chiude in difesa e riprende a segnare con Gomes ed Hogue, Pierre non ci stà  Jovanovic neppure e dopo circa 35 di gioco il tabellone segna 68-52.  Botta e risposta negli ultimi minuti di gioco. Da un lato Marble e Craft, dall’altra McGee ed un monumentale Pierre che porta i suoi sul +21. Gli ultimi secondi sono di garbage time e Pozzecco da fiducia anche al giovane Martis . Il match si chiude con l’importantissima vittoria del Banco di Sardegna per 88-70 .

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – DOLOMITI ENERGIA TRENTO  88 – 70

SASSARI: Spissu, Martis, Smith 15, McGee 16, Carter 4, Pierre 13, Gentile 10, Thomas 11, Polonara 8, Cooley 11. N.e. Devecchi e Magro. Coach: Pozzecco.

TRENTO: Marble 9, Pascolo 12, Mian 5, Forray 3, Flaccadori 10, Craft 2, Gomes 12, Hogue 8, Jovanovic 9. N.e. Leichthaler e Mezzanotte. Coach: Buscaglia

Punteggi parziali: 21 – 16, 21 – 14 20 – 15, 26 – 25. Punteggi progressivi: 21 – 16, 42 – 30, 62 – 45, 88 – 70.