Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – Un super Datome tiene a galla l’AX Armani Milano

Datome con un 4\4 dall'arco riporta Pesaro con i piedi a terra.

Nel primo match del nuovo Anno l’AX Armani Milano batte la Carpegna Prosciutto Pesaro per 97 a 93 con tanta ‘sofferenza’. Si, perchè basta leggere la chiusura dei Quarti giocati per rendersi conto che Milano non ha affatto brillato, riuscendo ad aggiudicarsi la gara solo nel finale.

E’ subito Tarczwesky a farsi sentire sotto le plance con Pesaro che risponde colpo su colpo con Filipovity  (8 – 8 al 4′), che spesso si allarga in pick and pop sull’arco, creando i primi grattacapi agli uomini di Ettore Messina. Shelds è subito un fattore con Milano che allunga sul 15 a 10; ma Delfino dalla linea dei 3 punti e il solito Filipovity, sfruttano alla perfezione i continui cambi della difesa Olimpia, con gli uomini di Jasmin Repesa che rimangono in scia sul 21 a 18, punteggio che chiude il primo quarto.

Nella seconda frazione le cattive percentuali dall’arco dei meneghini permettono a Pesaro di chiudere il pitturato e compiere il sorpasso sull’asse Robinson – Zanotti, con Tarczwesky in grande difficoltà nell’aiutare e recuperare nei continui giochi a due dove Pesaro tesorizza il massimo risultato con il minimo sforzo (30 a 25) al 16′.  Moraschini e Roll con due recuperi tengono Milano in scia, ma è il duo Robinson – Cain sul pick and roll  a fare a fette una difesa Olimpia sempre a metà tra aiutare sul perimetro o chiudere l’area sui “rollanti” avversari, che piazzano un break letale da portare Pesaro addirittura avanti in doppia cifra sul 39 a 49  al riposo lungo.

Nel  terzo periodo è subito Leday a sfruttare chili e centimetri in post basso per Milano che in pochi minuti è già in parità (52 pari al 24′); ma gli uomini di coach Messina alzano troppo presto il piede dall’acceleratore. Ne approfitta Delfino che sfrutta i cattivi rientri difensivi piazzando un 3 su 3 dall’arco dando a Pesaro ancora l’ennesimo vantaggio in doppia cifra. Roll e Datome tengono in scia un’Armani Milano che dalla lunga distanza sembra avere grosse difficoltà (64 – 72). Ma è la zona 3-2  che si trasforma in difesa a uomo a mandare in tilt gli uomini di Jasmin Repesa, con Milano che in transizione prende ritmo e fluidità grazie ad un Datome stellare. L’ala milanese piazza un 4 \ 4 da tre punti che spezza in due la gara riportando l’inerzia della partita tutta dalla parte dei padroni di casa (82 -78) al 34′. La continuità in questo scorcio di stagione non è il punto forte dei meneghini che regalano gloria ancora a Zanotti e ad un super Delfino che incredibilmente a 2′ dalla fine riportano ancora avanti Pesaro sul 85 a 86. Ma una bomba di Rodriguez che sfrutta il mismatch con Filipovity e Shelds dalla lunetta, chiudono una bellissima partita sul 97 a 93 per l’AX Armani Milano. Una grande Carpegna Prosciutto Pesaro che è andata davvero vicina ad espugnare il Forum; squadra davvero interessante quella di Jasmin Repesa con cui in tanti dovranno fare i conti in futuro.

AX ARMANI MILANO – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO    97 – 93

MILANO: Punter 4, Leday 24, Moretti, Moraschini, Roll 11, Rodriguez 13, Tarcszesky 5, Biligha, Cinciarini, Shields 22, Brooks, Datome 18. Coach: Ettore Messina

PESARO: Drell 4, Filloy 5, Cain 15, Robinson J. 15, Tambone, Robinson G. 7, Filipovity 18, Zanotti 6, Delfino 23. N.e. Basso, Srerpilli e Calbini. Coach: Jasmin Repesa.

Arbitri: Bartoli, Bongiorni, Galasso

Punteggi progressivi: 21-18, 39-49, 64-72, 97-93