Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – Tutto facile per l’Acqua San Bernardo Cantù contro la Virtus Roma

Primo quarto equilibrato, poi Cantù scappa via!

Acqua San Bernardo Cantù – Virtus Roma poteva essere potenzialmente anche una gara dove i ‘capitolini’ potevano strappare i due punti in palio; invece i brianzoli dopo un primo quarto equilibrato, hanno ingranato la quarta e sono volati via verso la vittoria, con il punteggio di 101 a 85. Ma la gara ha visto una partenza sprint della Virtus Roma che con i canestri di Biordi, Wilson e Beane hanno costruito un primo break di 0 a 5 da confondere le idee ai canturini. Poi dopo 2’30” il primo canestro brianzolo con una ‘bomba’ di Thomas. Poi inizia il vero equilibrio con i botta e risposta di Smith e Kennedy da un lato e Baldasso e Beane dall’altra. Così il primo quarto si chiude sul un’apertissimo 23 a 21 per Cantù.

Nella seconda frazione l’intensità difensiva di Roma inizia a scendere pian piano, lasciando liberi i tiratori brianzoli. Ne approfittano Thomas e Procida. Quest’ultimo diventa la vera spina nel fianco della Virtus Roma per aver poi alla fine collezionato un 5 su 6 da 3 punti. Qualche timida reazione romana con Robinson e al riposo lungo Cantù è avanti per 46 a 36.

Il terzo quarto vede la stessa intensità del secondo; Cantù buona in difesa e precisa in fase offensiva, Roma difende si, ma è in attacco che non trova la via del canestro, andando a chiudere la frazione di gioco con 11 punti da recuperare: 74 a 63.

Negli ultimi 10′ il crollo definitivo dei ‘capitolini’ che lasciano all’Acqua San Bernardo Cantù i due punti in palio, congedandosi con il punteggio di 101 a 85.

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ – VIRTUS ROMA  101 – 85

CANTU’: Thomas 21, Smith 18, Kennedy 18, Woodard 5, Procida 15, La Torre 3, Johnson 11, Bayehe 2, Pecchia 8. N.e. Leunen, Baparapè e Bresolin. Coach: Cesare Pancotto

ROMA: Hadzic 5, Biordi 14, Beane 15, Campogrande 4, Baldasso 19, Cervi 4, Robinson 12, Wilson 12. N.e. Farley, Nizza e Ticic. Coach: Piero Bucchi