Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – L’ AX Armani Milano vince il derby d’Italia contro la Segafredo Virtus Bologna

La Virtus Bologna cade ancora alla Segafredo Arena

L’ AX Armani Milano espugna 68-73 la Virtus Segafredo Arena. Una partita di alto livello dai primi agli ultimi minuti. L’inizio è vivace dove i due attacchi mostrano tutte le loro potenzialità. Dal secondo quarto i ritmi degli attacchi calano senza però abbassare l’intensità della partita, dove le due compagini si affrontano tra tatticismi e intensità difensive. Alla lunga Milano riesce a vincere grazie alla difesa che tiene a basse percentuali i punti di forza della Virtus.

Starting five
Virtus Bologna: Markovic, Belinelli, Weems, Ricci, Gamble.
Olimpia Milano: Delaney, Punter, Shields, Brooks, Hines.

Primo quarto
Inizio frizzante di partita con l’Olimpia che parte con la tripla di Delaney e la rubata per i due punti comodi di Shields. La Virtus risponde subito con Gamble che trova quasi tutti i punti della Virtus nei primi minuti.
Belinelli torna a segnare in serie A con una tripla a metà del quarto, a cui risponde subito Punter da 3.
Leday fa saltare l’avversario e vola a schiacciare. Vola ancora Leday sulla alzata del Rodriguez.
Milano cerca un primo strappo, trovando il vantaggio del +8. La Virtus riesce ad accorciare fino al -1 e Teodosic completa la rimonta dai liberi negli ultimi secondi.
Si chiude il primo quarto sul punteggio di 24-23.

Secondo quarto
Adams vola in contropiede in apertura del quarto. Teodosic con la tripla da oltre 7 metri tocca il massimo vantaggio Virtus, +6. Rodriguez suona la carica ai suoi, due triple che cancellano il vantaggio.
Si abbassano un po’ i ritmi della partita che comunque rimane in equilibrio. Milano torna ad allungare, contro una Virtus che fatica a trovare il fondo della retina.
Finisce 38-46 il secondo quarto. Male la Virtus da 2 punti.

Terzo quarto
Partenza migliore per i padroni di casa che accorciano fino al -2. Per Milano segna solo Datome nei primi minuti, mentre Markovic trova il vantaggio dopo un paio di azioni confusionarie. C’è un cambio di ritmo difensivo per la Virtus che non sfrutta al meglio le difficoltà di Milano. La partita rimane quindi in equilibrio. Punter prova ad accendersi infilando la seconda tripla consecutiva dopo quella di Abass.
La Virtus recupera lo svantaggio del secondo quarto e porta la partita in perfetto equilibrio, 58-58.

Quarto quarto
In apertura c’è un tecnico per coach Djordjevic dopo un fallo di Alibegovic su Punter.
Nei primi minuti le due squadre non spingono sull’acceleratore, dove le due difese si impongono maggiormente sugli attacchi.
La Virtus lascia troppi punti dalla lunetta, cosa che non fa l’Olimpia. Gli ospiti riescono quindi ad allungare grazie a Shield e +6.
Gli errori da una parte e dall’altra fanno sì che Milano rimanga con un mini vantaggio prezioso. La Virtus non trova il canestro dello svantaggio di un solo possesso e Punter a un minuto infila la tripla del +7 che sancisce definitivamente la vittoria della compagine di Messina.
La partita finisce 68-73 per l’Olimpia Milano.

VIRTUS BOLOGNA 68 – OLIMPIA MILANO 73
(24-23; 38-46; 58-58; 68-73)

Virtus Bologna: Tessitori 0, Deri Ne, Belinelli 9, Alibegovic 0, Markovic 6, Ricci 5, Adams 5, Hunter 12, Weems 3, Teodosic 12, Gamble 12, Abass 4.
Olimpia Milano: Punter 18, Leday 16, Moretti Ne, Moraschini 0, Rodriguez 10, Biligha 1, Cinciarini Ne, Delaney 4, Shields 16, Brooks 0, Hines 2, Datome 6.

Foto copertina: profilo Twitter ufficiale LBA