Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – Milano perde partita e primo posto a Sassari

Robinson decisivo a pochi secondi dalla sirena

Milano perde partita e primo posto a Sassari. Il Banco Sardegna vince per 92-90, dopo una sfida molto bella, ed impone ai lombardi la quarta battuta d’arresto stagionale. Una sconfitta che costringe gli uomini di Ettore Messina a consegnare il primo posto alla Virtus, avversaria di domenica a Bologna. Robinson decisivo a pochi secondi dalla sirena.

PRIMO TEMPO

Grande classica degli ultimi anni quella tra il Banco Sardegna Sassari e l’Armani Exchange Milano. Ospiti che pagano ancora le assenze di Melli e Kell a cui si aggiungono quelle per turnover di Daniels, Grant, Rodriguez. Quintetti di partenza che vedono da una parte Logan, soltanto al secondo starting five stagionale, Bendzius, Bilan, Robinson e Burnell. La risposta di Messina è con Datome, Hines, Bentil, Delaney e Shields. La partenza di Sassari è fragorosa, subito cinque canestri pesanti, l’ultimo dei quali assai fortunoso di Bilan, che permette ai sardi di toccare il +12 (18-6). Una precisione dall’arco che il Banco Sardegna mantiene per tutto il primo quarto (8/12) a cui Milano risponde con un gioco più interno in cui spicca l’ottimo impatto di Alviti, entrato per Datome uscito zoppicante, e Bentil. 27-24 il parziale al primo intervallo con la migliore difesa di LBA ed Eurolega continuamente punita. La quinta “bomba” di Logan, storico avversario dell’Olimpia, permette alla Dinamo di scavare un divario di sette punti (33-26). Il quinto rimbalzo offensivo di Hines, in poco meno di quindici minuti, garantisce un secondo possesso in cui Shields trova Bentil per il -2 (35-33). Sassari tocca nuovamente la doppia cifra (47-37) con l’ennesimo canestro pesante di serata, questa volta di Robinson. Le due formazioni vanno negli spogliatoi sul punteggio di 56-43.

SECONDO TEMPO

Doppia brutta notizia per l’Olimpia Milano al rientro dallo spogliatoio: la prima è la conferma dell’assenza di Datome per tutta la gara, la seconda le nuove difficoltà nei primi minuti di ripresa. L’Armani Exchange è però una grande squadra e lo dimostra anche in questa occasione ed appoggiandosi ad un ispirato Bentil, servito da Delaney, torna a sole quattro lunghezze (67-63). Differenziale che si assottiglia ulteriormente (70-68) in un terzo tempo che termina 75-73. Shields e Baldasso segnano cinque punti consecutivi regalando il primo vantaggio agli ospiti (75-78). Un risultato che non scompone i padroni di casa che grazie a sei punti di Logan torna avanti 85-81. La partita continua ad essere ad elastico, break di 6-0 per i viaggianti per il +2 esterno. Bilan beffa Biligha sotto canestro riportando avanti i suoi 90-87 a poco più di un minuto dalla fine. Delaney impatta (90-90) al termine di una azione in cui l’AX è brava a cogliere due rimbalzi offensivi ma è Robinson a decidere ad un secondo dalla sirena. Risultato finale 92-90 per la Dinamo Sassari. I sardi interrompono una striscia di cinque sconfitte consecutive contro Milano.