Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – L’Openjobmetis Varese “spegne” una Dolomiti Trento senza…Energia

Trento paga il tour de force degli ultimi impegni in Europa e Varese ne approfitta

L’ Openjobmetis Varese compie l’impresa di espugnare il campo della Dolomiti Energia Trento con il punteggio di 74 a 77. I padroni di casa devono fare a meno di molti elementi tra cui la coppia titolare Williams – May, autentici ‘fattori’ sotto le plance in quest’inizio di Stagione. La gara parte col solito Scola punto di riferimento di una Varese che cerca di essere meno perimetrale del solito; l’argentino graffia subito da sotto ma Sanders e un buon Mezzanotte portano subito Trento sull’11 a 7 sfruttando tutta l’atipicità del quintetto di coach Brienza, che gioca praticamente senza un pivot di ruolo. E’ sempre “el general” con Ruzzier a tenere in piedi  Varese 12 -19 all’8′, quando Browne sala in cattedra con Trento per chiudere la prima frazione sul 21 a 14.

Nella seconda frazione Morse è diventa pericoloso sotto le plance, con Varese molto più equilibrata, che riesce ad andare in transizione con Douglas autentico asso in campo e  dall’arco che ribalta in un attimo una gara che per i lombardi stava prendendo una brutta piega. La Dolomiti Energia Trento non vede più il canestro per quasi 5′ e al 15′ arriva il sorpasso dei biancorossi lombardi sul 24 a 25. De Nicolao partecipa alla festa degli orrori trentini che si tengono a galla grazie alle giocate singole di Morgan e Browne, una copia sbiadita della divertente squadra che in questo scorcio di Stagione siamo abituati a vedere, ‘fattore’ che permette comunque ai bianconeri di chiudere la metà di gara sul 34 a 32.

coach Nicola Brienza

Nel terzo periodo è un botta e risposta tra Morgan e un sontuoso Douglas; Varese mette in campo in contemporaneamente Scola e Morse con un gioco interno ed esterno che da i suoi frutti col sorpasso del 46 a 48 al 25′. Scola è letale da ogni posizione, ma i padroni di casa senza un centro di ruolo sono sempre imprevedibili; e Pascolo tiene ancora a galla i suoi che chiudono la terza frazione sotto solo di due punti (57 a 59).

Nel quarto e decisivo periodo vengono fuori tutti i limiti e la stanchezza fisica e mentale dei padroni di casa che negli ultimi 10 giorni hanno disputato un vero tour de force con 5 gare giocate tra Coppa e Campionato. Douglas e Scola prendono per mano Varese che a tre minuti dal termine è avanti di 9 lunghezze. A nulla vale la rimonta coi soliti BrowneMorgan, capaci di approfittare di un quasi “suicidio” ospite (2 perse e un fallo di sfondamento), con Trento che ritrova ancora la parità. E’ ancora un immenso Douglas a non perdere la testa; prima dall’arco e poi dalla lunetta chiude i conti sul  77 a 74 . Varese porta a casa una gara importantissima contro una delle formazioni più in forma del Campionato; compito agevolato dalle assenze e le energie al lumicino dei padroni di casa, situazione questa non di poco conto. Un impegno quello delle Coppe Europee che alla lunga può “pesare” non poco per una formazione come è quella Trentina.

Dolomiti Energia Trento – OpenjobMetis Varese   74 – 77

TRENTO: Martin 12, Pascolo 8, Conti 3, Browne 7, Forray, Sanders 11, Mezzanotte 6, Morgan 23, Ladurner 4. N.e. Jovanovic, Wilòliams e Lechthaler. Coach: Nicola Brienza

VARESE: Morse 3, Scola 20, De Nicolao 3, Jakovics, Ruzzier 6, Andersson 2, Strautins 15, Douglas 28. N.e. De Vico, Librizzi e Virginio. Coach: Massimo Bulleri

Arbitri: Bartoli – Quarta – Pierantozzi

Punteggi progressivi: 21-14; 34-32; 57-59; 74-77