Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – L’ AX Armani Milano inizia bene il girone di ritorno battendo la De’ Longhi Treviso

L’Olimpia Milano, al termine di una partita tutt’altro che semplice, si impone sulla De Longhi Treviso iniziando al meglio il girone di ritorno. Risultato finale 91 – 67. Mvp della gara Luis Scola.

PRIMO QUARTO: Milano inaugura il girone di ritorno affrontando, nell’insolito orario delle 12 e nella cornice del Palalido, la De Longhi Treviso. La partita segna il ritorno in campo di Nedovic. Assenti Rodriguez, Micov, Mack e White. Le due squadre si presentano in campo con i seguenti quintetti: Sykes, Scola, Roll, Tarczewski, Moraschini da una parte, Nikolic, Alviti, Logan, Parks e Fotu dall’altra. La gara inizia con un fallo ingenuo di Sykes che permette a Logan di segnare tre tiri liberi. La risposta interna è affidata a Scola. Sei, dei primi otto punti milanesi, sono dell’argentino. Nikolic, con un canestro da tre punti, permette alla De Longhi di toccare il massimo vantaggio sul +6 (8-14). Messina ferma la gara inserendo in campo il rientrante Nedovic oltre a Biligha. Cambi che scuotono l’Olimpia che raggiunge la parità sul 19-19 dopo la “bomba” di capitan Cinciarini in un quarto che si conclude con gli ospiti avanti 19-22.

SECONDO QUARTO: Brooks pareggia immediatamente la contesa a quota 22. La partita continua a trascinarsi sulle ali dell’equilibrio. Il punteggio, a metà seconda frazione, è di 30-29 Armani Exchange. Alternanza di cambi di guida che prosegue fino all’intervallo in cui le squadre ci arrivano sul 41-41 anche a causa di una Olimpia Milano molto fallosa in lunetta.

TERZO QUARTO: Messina riparte con un quintetto molto fisico con Brooks nella posizione di 3. L’immediato 4-0 dell’Olimpia viene cancellato da un break di 6-0 targato Alviti. Il più in palla, tra i biancorossi, rimane l’eterno Scola. Treviso segna altre due triple con Logan e Nikolic favorendo un mini allungo sul + 5 (50-55). Vantaggio esterno ricucito da parziale di 7-0 che permette a Milano di rimettere il naso avanti in un tempo che si chiude 61-56.

QUARTO QUARTO: Moraschini, con una giocata di pura energia, fa salire Milano sul +7 (63-56). Dopo Chillo, anche Tessitori esce per cinque falli. L’Armani Exchange, più aggressiva in questa fase, costringe Treviso a tiri forzati e grazie al controllo dei tabelloni riesce a distendersi bene in contropiede. Logica conseguenza è per la prima volta un vantaggio in doppia cifra. La partita si incattivisce, tecnico a Parks che è costretto ad abbandonare la gara per raggiunto limite di falli. La sfida si chiude sostanzialmente in questo momento anticipando i titoli di coda.

AX MILANO – DE LONGHI TREVISO 91-67 (19-22; 41-41; 61-56)

AX MILANO: Della Valle 2, Biligha 1, Gudaitis 15, Moraschini 7, Roll 6, Tarczewski 8, Nedovic 4, Cinciarini 5, Burns 3, Sykes 18, Brooks 7, Scola 15. All.Messina

DE LONGHI: Tessitori 2, Logan 17, Alviti 9, Nikolic 8, Parks 10, Imbrò 4, Chillo 2, Uglietti 4, Severini, Piccin, Fotu 8, Cooke 3. All.Menetti

MVP: Luis Scola