Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

Cantù batte solo all’overtime una coriacea Torino

Nei primi quaranta minuti la Fiat gioca con intelligenza e cuore, trovando soluzioni vincenti per mettere in difficoltà Cantù, che a sua volta risponde colpo su colpo grazie ai valori di una formazione che ha tirato fuori il meglio di se nei minuti decisivi del quarto quarto e del supplementare grazie ad un’intelligenza tattica consona ad una squadra che deve pensare a salvarsi. Torino è comunque instradata in un percorso di pronta guarigione, anche se al momento la tensione interna ed esterna è decisamente palpabile, mentre gli ospiti, nonostante i noti problemi economici societari, hanno trovato una compattezza fondamentale per superare i piemontesi al PalaVela.

PRIMO QUARTO: I titolari sono Wilson, Carr, Hobson, Jaiteh e Moore da una parte mentre coach Pashutin schiera in quintetto Gaines, Mitchell, Udanoh, Tassone e Jefferson. La partita inizia con un canestro in contropiede di Jefferson. Cantù difende bene intercettando molti possessi e, al contrario di Torino, predilige azioni offensive fisiche e penetrazioni. Il primo quarto si gioca sulla parità, con Carr e Jefferson che guidano i tabellini delle rispettive squadre. La sirena suona sul 25 a 23 in favore dei piemontesi.

SECONDO QUARTO: Il secondo tempino inizia con una bomba di Carr con molto contatto. Cantù è molto combattiva facendosi sentire soprattutto a rimbalzo e segnando canestri da oltre l’arco dei tre punti punendo una difesa poco compatta. Gaines e Carr superano entrambi quota 14 punti. Torino opta per una zona 3-2 e la sirena suona sul 47 a 49 in favore degli ospiti, che hanno guadagnato l’inerzia della gara salvo perderla nel minuto finale per disattenzioni.

TERZO QUARTO: Nella ripresa Cantù continua a macinare punti ma la Fiat tiene botta riuscendo a segnare tre triple consecutive portandosi in vantaggio di 3 lunghezze. Hobson è una macchina da tre punti e gli ospiti sembrano stanchi per via delle rotazioni ridotte ma riescono comunque a mantenere un buon ritmo offensivo ed infatti il terzo quarto si chiude sul punteggio di 66 a 65 per i canturini.

QUARTO QUARTO: Nell’ultima fase di gara l’intensità sale alle stelle mentre Wilson guida l’attacco dei suoi con le sue solite conclusioni in sospensione. A rimbalzo la Fiat fa la voce grossa e la partita si gioca sulla linea della parità a 4 minuti dal termine. Jefferson stoppa e segna in zona post basso, Udanoh segna in isolamento, Moore mette a referto due punti generati da una palla recuperata e Gaines sbaglia il game winner da distanza siderale. Tutto rimandato ai tempi supplementari.

OVERTIME: McAdoo segna in rovesciata il primo canestro del supplementare. Cantù perde di lucidità in attacco per via dell’affaticamento ma comunque Jefferson segna in contropiede con fallo a 2 minuti dalla sirena. Blakes segna il +5, Carr fa 1 su 2 dalla lunetta, Jefferson segna l’importantissimo 102 a 96 da sotto. I 30 secondi conclusivi hanno visto una Fiat arrendevole a un risultato amaro.

FIAT TORINO – ACQUA SAN BERNARDO CANTU’   96 -106

Torino: Wilson 14, Anumba ne, Carr 21, Poeta 10, Guaiana ne, Hobson 16, Stodo ne, Cusin 5, McAdoo 19, Jaiteh 2, Portannese ne, Moore 7.

Cantù: Gaines 26, Mitchell 15, Blakes 15, Udanoh 14, Baparapè ne, Parrillo ne, Davis 11, Tassone 3, La Torre ne, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 22.

Punteggi parziali: 25 – 23, 22 – 26, 18 – 17, 26 – 25. Punteggi progressivi: 25 – 23, 47 – 49, 65 – 66, 91 – 91. MVP: Gaines