Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – Top 5 nona giornata

Legabasket serie A- top 5 9° giornata

TU HOLLOWAY : Grande vittoria per la Vanoli Cremona che riesce finalmente a tornare alla vittoria espugnando il Pala Serradimigni della Dinamo Sassari, abbandonando l’ultimo posto in solitaria. Gran merito di questo successo va indubbiamente all’esplosivo play della squadra lombarda, che mette a ferro e fuoco la difesa sarda per tutta la durata del match sbagliando un solo tiro dal campo e segnando il canestro decisivo per la vittoria. Per lui 31 punti, 10 falli subiti e 4 assist per un 42 di valutazione!

CHRIS WRIGHT: Più passano le giornate di campionato, più sta venendo fuori il valore della Fiat Torino che sembra aver trovato il giusto feeling con le vittorie anche in trasferta. A farne i conti questa volta è la Red October Cantù che sprofonda definitivamente nel baratro dopo aver visto per l’ennesima volta il proprio campo espugnato dagli avversari. Grande protagonista è senza ombra di dubbio il play ex Pesaro e Varese che è stato un vero e proprio rebus sia per a difesa che per l’attacco dei lombardi. Chiude la sua ottima prestazione con 22 punti, 7 falli subiti, 4 rimbalzi, 3 palle recuperate e 2 assist per un 31 di valutazione.

EDGAR SOSA : Ottima prova del play della Pasta Reggia Caserta che si arrende solo dopo due over time al Taliercio contro l’Umana Reyer Venezia. L’ex giocatore della Dinamo Sassari si rivela sempre più leader dei campani e, nonostante le 8 palle perse, mette in difficoltà la difesa dei lagunari sia creando tiri per se stesso che facendo giocare i suoi compagni di squadra. Chiude il match con 38 punti, 5 rimbalzi e 6 assist per un 31 di valutazione.

MARCUS LANDRY : La Germani Brescia si dimostra squadra quadrata e scomoda e, dopo la buona prova contro l’Olimpia Milano e la vittoria sul campo della Openjobmetis Varese, si conferma anche nel match casalingo contro la Grissin Bon Reggio Emilia riuscendo a battere i vice campioni d’Italia. Sugli scudi di questa splendida vittoria ritroviamo senza ombra di dubbio l’ex CAI Saragozza, che mette a ferro e fuoco la difesa emiliana senza che quest’ultima riuscisse a trovare contromisure. Chiude il match con 28 pt, 3 rimbalzi e 2 stoppate per un 32 di valutazione.

MIROSLAV RADULJCA : Se cercate un giocatore in grado di massimizzare il rendimento in pochi minuti di gioco, il lungo serbo è il vostro uomo. Nel match stravinto dell’EA7 Milano sulla The Flexx Pistoia, l’ex Panathinaikos gioca soltanto venti minuti, ma è il tempo che gli basta per tirare su statistiche di tutto rispetto, garantendo solidità sia in fase realizzativa che a rimbalzo. Chiude il match con 14 punti, 11 rimbalzi, 6 falli subiti e 2 assist per un 29 di valutazione.
Top 5 italiani
LUCA VITALI : Se la Germani Brescia riesce a fare il colpaccio battendo la Grissin Bon Reggio Emilia, gran merito è il suo. Il play ex Montegranaro e Cremona segna poco, ma fa girare tutta la squadra andando in doppia cifra nella statistica degli assist e si rende molto utile anche nella metà campo difensiva. Chiude il match con 7 punti e 14 assist per un 21 di valutazione.

PIETRO ARADORI : Altra partita, altra grande prestazione per l’ala della Grissin Bon Reggio Emilia. Se è vero che è sanguinosa e decisiva la palla persa negli ultimi secondi del match, altresì non si può non tener conto della sua grande prestazione nei minuti antecedenti ad essa, garantendo come al solito punti e rimbalzi. Chiude il match con 23 punti, 6 rimbalzi e 2 assist per un 28 di valutazione.

ARIEL FILLOY : Nonostante la prova opaca e incolore del play titolare Marquez Haynes, l’Umana Reyer Venezia riesce a fare suo il combattuto match contro la Pasta Reggia Caserta grazie anche all’ottima gestione del play ex Reggio Emilia e Pistoia, che segna e dispensa assist per i compagni. Chiude il match con 19 punti, 6 assist e 3 rimbalzi per un 22 di valutazione.

PAUL BILIGHA : Se nelle giornate precedenti predicava nel deserto, contro la Dinamo Sassari riceve anche l’apporto importante dei compagni (su tutti Holloway) e riesce a portare i suoi alla tanto agognata vittoria che risolleva i lombardi dal fondo della classifica. Si fa sentire sotto le plance, chiudendo con 13 punti, 5 rimbalzi e 5 falli subiti.

ANTONIO IANNUZZI : Pur avendo una giornata storta al tiro, il lungo avellinese dimostra di poter essere comunque incisivo e utile e contribuisce in maniera significativa alla vittoria della Beteland Capo d’Orlando sulla Openjobmetis Varese. Ottima presenza a rimbalzo, chiude con 11 punti, 8 rimbalzi e 6 falli subiti per un 9 di valutazione.

Top u22
TOMMASO LAQUINTANA : Solo 18 i minuti del suo impiego, che tuttavia gli bastano per contribuire al successo della Beteland Capo d’Orlando sulla Openjobmetis Varese. Chiude il match con 6 punti, 2 rimbalzi, 2 assist e 1 palla recuperata per un 8 di valutazione.