Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – Top 5 decima giornata

LEGABASKET SERIE A- Top 5 10° giornata

EDGAR SOSA: Il play della Pasta Reggia Caserta si sta rivelando sempre più solido, garantendo punti ma anche tanto giro palla, a dispetto di quanto si diceva su di lui all’inizio del campionato. Anche contro la Basket Leonessa Brescia garantisce il suo solito apporto, contribuendo in modo significativo alla vittoria dei campani, che agganciano i cugini della Sidigas Avellino al terzo posto in classifica. L’ex Montegranaro e Biella chiude il match con 28 punti e 8 assist per un 33 di valutazione.

JOE RAGLAND: Anche nel match casalingo contro la Umana Reyer Venezia il play di Springfield mostra tutto il suo enorme potenziale, facendo vedere che sa anche attaccare il ferro e non solo tirare da 3, critica che spesso gli è stata attribuita. A testimonianza di ciò c’è il 9/13 da 2 punti e 5 falli subiti, grazie ai quali riesce a chiudere il match con 30 punti (high in carriera), 7 rimbalzi  e 9 assist per un incredibile 42 di valutazione, dato che però non è sufficiente a garantire la vittoria ai lupi irpini che incassano la seconda sconfitta casalinga in campionato.

DAVID MOSS: Anche se, a causa dell’età che inizia a farsi sentire sulle articolazioni, non riesce più a contribuire alla causa dei suoi con le eccellenti prestazioni ai tempi della Banca Tercas Teramo e Olimpia Milano, l’ala della Germani Brescia dimostra di poter ancora ampiamente stare nella massima serie italiana e trascina i suoi nel match contro la Pasta Reggia Caserta sfiorando il successo sul difficile campo dei campani. Chiude il match con 19 punti, 9 rimbalzi e 5 assist per un 26 di valutazione.

MELVIN EJIM: Grande prestazione per l’ala ex Virtus Roma, che si dimostra un vero e proprio rebus per i lunghi avversari nella buona vittoria della Umana Reyer Venezia sul campo della Sidigas Avellino. Dimostra grande capacità nel leggere il modo in cui la difesa irpina lo marca, punendo col 100% da 3 qualora avesse spazio e battendo in palleggio l’avversario su una difesa più aggressiva. Tutto ciò gli permette di chiudere il match con 20 punti e 10 rimbalzi per un 25 di valutazione.

JAJUAN JHONSON: In questi giorni, in coro, i giocatori della Red October Cantù affermano che l’esonero del coach Rimas Kurtinaitis e il subentro del coach Bolshakov hanno dato una ondata di freschezza all’ambiente brianzolo, e l’importante vittoria nel derby contro la Openjobmetis Varese sempre confermare quanto affermato dagli atleti canturini. Uno dei giocatori che maggiormente ha beneficiato del cambio di direzione è senza alcun dubbio il lungo ex Pistoia che sta viaggiando su cifre spaventose. Anche in questa giornata non si smentisce e chiude con 24 punti e 11 rimbalzi per un 31 di valutazione.

Top 5 italiani

AMEDEO DELLA VALLE: Ennesima grande prestazione per il prodotto di Ohio State che nelle ultime 4 partite ha sempre viaggiato intorno ai 20 punti di media. A farne spese in questa giornata è una combattiva Beteland Capo d’Orlando , che tuttavia, priva di centri, deve arrendersi agli emiliani della Grissin Bon Reggio Emilia. Chiude il match con 20 punti e 4 assist per un 18 di valutazione.

STEFANO GENTILE: Pur non avendo statistiche esaltanti, il play/guardia della Grissin Bon Reggio Emilia risulta fondamentale nella vittoria degli emiliani sui siciliani della Beteland Capo d’Orlando. Infatti, soprattutto nell’ultimo quarto, fa malissimo alla difesa siciliana avvicinandosi a canestro e respingendo qualsiasi loro tentativo di rientro nella partita. Chiude il match con  11 punti e 5 assist per un 13 di valutazione.

RAPHAEL GASPARDO: Senza fine la crisi della Vanoli Cremona che perde per l’ennesima volta in casa precipitando di nuovo sul fondo della classifica. Non basta infatti, la pur buona prova dell’ala prodotto del vivaio della Benetton Treviso , che  con i suoi 11 punti e 4 rimbalzi (13 di valutazione) si arrende alla Consultinvest Pesaro in un importantissimo scontro salvezza.

FILIPPO BALDI ROSSI: Una partita tutto cuore della Aquila Basket Trentino non basta ad avere la meglio su una Olimpia Milano Troppo più forte, che vìola con relativa facilità il campo trentino.  Tra le fila dei padroni di casa comunque spiccano delle buone prestazioni, su tutti quella del giovane nativo di Vignola che chiude il match con 17 punti e 9 rimbalzi per un 24 di valutazione.

ANDREA CROSARIOL: In una carriera avara di soddisfazioni che sembrava potesse volgere a breve al termine, il lungo ex Virtus Bologna e Scandone Avellino ha avuto un’altra occasione concessagli dalla The Flexx Pistoia e lui la sta onorando egregiamente. Nella grande vittoria interna contro la Fiat Torino trascina i suoi alla vittoria con una buona prestazione fatta da 24 punti con l’85% al tiro e 5 rimbalzi per un 28 di valutazione.

Top U22

DIEGO FLACCADORI: Nella proibitiva sfida casalinga contro l’EA7  Milano, l’Aquila Basket Trentino prova spesso ad appoggiarsi ai giovani talenti italiani, tra cui figura chiaramente il classe’96 nativo di Seriate, che cerca di scalfire la rigidissima difesa dei lombardi. Chiude con 11 punti, 3 rimbalzi e 3 assist per un 8 di valutazione, risultando chiaramente il miglior U22 di giornata.