Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – Top 5 giornata 29

LEGABASKET – Top 5 29 giornata

JOE RAGLAND: Prova a dir poco dominante per il playmaker della Sidigas Avellino che conduce gli irpini alla vittoria che sigilla matematicamente il terzo posto per la squadra di coach Pino Sacripanti. Per il nativo di Springfield 26 punti, 12 rimbalzi, 4 assist e 3 recuperate in soli 29 minuti per un 43 di valutazione.

TREVOR LACEY: Il playmaker della Consultinvest Pesaro è protagonista di una buona prova che, insieme all’ottima prestazione di Daye, regala alla squadra marchigiana la vittoria sull’Acqua Vitasnella Cantù che vale la salvezza matematica nella massima serie. Per l’ex NCS, 21 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

ADRIAN BANKS: L’ex Varese e Avellino sta disputando una stagione fantastica e, anche se l’Enel Brindisi non ha più nulla da chiedere al campionato, neanche nel match casalingo contro la Pasta Reggia Caserta si lesina sul fornire il solito grande apporto alla squadra pugliese che vale i due punti. Per banks 27 punti, 3 assist e 7 falli subiti.

AUSTIN DAYE: L’ex San Antonio Spurs si conferma il grande protagonista del girone di ritorno della Legabasket Serie A 2015/16. Contro i brianzoli sfodera una prestazione da 26 punti e 7 rimbalzi e regala la salvezza matematica alla sua Consultinvest Pesaro.

ESTEBAN BATISTA: Prova convincente per il centro dell’Olimpia Milano che regala alla squadra lombarda un’importante vittoria contro la Vanoli Cremona che vale il primo posto matematico. Per il nativo di Montevideo doppia doppia da 28 punti e 13 rimbalzi in 28 minuti.

SESTO UOMO:

IVAN BUVA: L’ex Cantù in questa stagione ha dimostrato di essere migliorato esponenzialmente passando dall’essere un buon giocatore a correnti alterne all’essere un solido giocatore con rendimento costante e un sesto uomo di lusso. Contro la Beteland Capo d’Orlando Buva chiude con una doppia doppia da 14 punti e 11 rimbalzi a cui aggiunge 3 assist.
MIGLIOR QUINTETTO ITALIANO

PIETRO ARADORI: Buona prova per l’ala di Brescia che prova a trascinare la Grissin Bon Reggio Emilia nel match contro l’Openjobmetis Varese, la quale tuttavia si dimostra più motivata e in palla e porta a casa un importante successo in chiave playoff. Per l’ex Biella 10 punti e 8 rimbalzi.

DANIELE CAVALIERO: Ottimo l’apporto anche del capitano della Openjobmetis Varese che contribuisce al successo sulla Grissin Bon Reggio Emilia, fondamentale per tenere vive le speranze in chiave playoff dei lombardi. L’ex Pesaro e Avellino chiude con 9 punti e 6 rimbalzi.

SIMONE FONTECCHIO: Il capitano della Virtus, dopo molte partite incolore, ritorna alla ribalta nella partita fondamentale per evitare la retrocessione matematica in Lega2 contro la Manital Torino e trascina i suoi alla vittoria. Chiude con 14 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

MICHELE ANTONUTTI: Partita mostruosa per l’ala ex Reggio Emilia che dimostra di essere un lungo completo e non solo 3&D. Uscendo dalla panca, in soli 26 minuti, realizza una doppia doppia da 25 punti e 10 rimbalzi con il 100% da 2 e il 50% da 3.

VALERIO MAZZOLA: Pur essendo discontinuo, molto della salvezza della Virtus Bologna passa tra le sue mani. Non si fa trovare impreparato nella partita che vale una stagione per la squadra emiliana e contribuisce alla sua vittoria con una doppia doppia da 16 punti e 10 rimbalzi in 27 minuti di impiego.

MIGLIOR U22

DIEGO FLACCADORI: Nelle ultime giornate è letteralmente on fire e anche contro l’Umana Reyer Venezia fa il suo, anche se non basta per battere i lagunari. Flaccadori chiude con 13 punti, 2 rimbalzi e 2 recuperate. Da segnalare anche la prestazione di Mario Ihring, classe ’98 della Beteland Capo d’Orlando, che contro la Sidigas Avellino realizza 7 punti (tutti nel quarto quarto) 3 falli subiti, 2 rimbalzi, 1 recupero e 1 assist in soli 12 minuti rendendosi protagonista nel tentativo di rimonta dei siciliani giunti sino al -3.