Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGABASKET – Sassari più forte della Pasta Reggia Caserta

Alla vigilia coach Sandro Dell’Agnello aveva dichiarato che questa gara poteva essere considerata anche la partita “della vita o della morte”. Ma queste parole, in realtà, sono servite da ‘sprono’ per i suoi giocatori che, contro il Banco di Sardegna Sassari, non hanno affatto sfigurato. La sconfitta era preventivata e comunque è giunta; ma Siva e compagni hanno lottato, hanno difeso (limitando al di sotto dei 20 tiri contro i più 30 degli avversari in media Campionato) ed hanno anche messo paura al team sardo. Poi, alla distanza Sassari ha vinto sulla Pasta Reggia Caserta, prendendo nuovamente una boccata d’ossigeno in chiave Play Off. 87 a 75 il punteggio finale, ma il -12 è maturato solo nell’ultimo periodo; cioè quando Caserta ha finito la benzina, anche perchè ha sofferto nei duelli in quota con i lunghi sassaresi e la solita panchina corta (Hunt non ha giocato per un infortunio). Insomma, Sandro Dell’Agnello non è riuscito a fare miracoli questa sera, ma ha applaudito i suoi per la prova alquanto positiva.

L’avvio è stato equilibrato, grazie anche al trio casertano Downs – Johnson – Slokar che hanno ribattuto colpo su colpo gli attacchi sardi. In più, Caserta ha un Cinciarini versione “cecchino” e un Siva rinato e tornato ai livelli di un mese fa. La Pasta Reggia Caserta riesce anche a chiudere il primo quarto sul 23 a 25. Nel secondo quarto il Banco di Sardegna reagisce, con Logan dalla distanza, ma anche con Varnado e Akognon dalla media distanza. Cinciarini inventa un paio di conclusioni dall’arco e tiene in partita la sua squadra che va al riposo lungo con 3 punti di ritardo: 45 a 42. Nella seconda parte la Pasta Reggia Caserta inizia a soffrive, come dicevamo, i duelli in quota, la panchina corta e la buona esperienza dei sardi che allungano e chiudono il terzo quarto, su un significativo 63 – 53. Stessa musica nell’ultimo quarto, con Caserta che dopo un timido accenno di recupero, è crollata definitivamente, lasciando i due punti in palio.

Dunque, la Pasta Reggia Caserta non è riuscita a fare il colpaccio sul campo dei Campioni d’Italia; ma, come ha detto Sandro Dell’Agnello, peraltro dopo aver saputo delle vittorie di Pesaro e Torino, la salvezza di Caserta passerà per il Palamaggiò. Infatti, in queste ultime 4 gare, la Pasta Reggia ne giocherà 3 a “Pezza delle Noci”. E qui, si vedrà anche “quanto vale” il pubblico casertano, da sempre ‘il vero sesto uomo in campo’!

Il Tabellino.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – PASTA REGGIA CASERTA  87 – 75

SASSARI: Petvay 4, Logan 25, Formenti, Devecchi, Alexander 13, D’Ercole, Sacchetti 7, Akognon 19, Stipcevic 7, Varnado 10, Kadji 2. N.e. Marconato. Coach: Pasquini

CASERTA: Downs 9, Siva 13, Cinciarini 22, Ventrone, Jones 4, Giuri 6, Johnson 8, Ingrosso 5, Slokar 8. N.e. Gennarelli. Coach: Dell’Agnello.

Arbitri: Lanzarini – Vicino – Ranaudo.

Punteggi parziali: 23 – 25, 45 – 42, 63 – 53.