Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

Focus Nba: Bulls 2.0, fin dove potranno arrivare?

Il nuovo corso targato Lavine - DeRozan sembra essere tutt'altra cosa rispetto alle annate precedenti caratterizzate da scarsi risultati e tanta delusione... ma fin dove si spingeranno Lavine e compagni??

In questa prima parte di regular season abbiamo potuto ammirare tante sorprese cosi come tante certezze; parlando dei nuovi Chicago Bulls, ci vien da dire che paradossalmente, ad ora, sono più una certezza che una sorpresa perchè quando in estate, durante la sessione della free agency, la dirigenza va a prendere gente del livello di DeMar DeRozan, Alex Caruso, Lonzo Ball… senza dimenticarci dell’ ex Magic, Nikola Vucevic, arrivato solo qualche mese prima, è normale che le aspettative per una squadra del genere non possono che essere alte.

Billy Donovan, sta riuscendo a gestire il tutto ed i Bulls giocano un ottima pallacanestro, molto veloce e concreta, e momentaneamente il bilancio è di 12-7 trovandosi terzi nella Eastern Conference, dietro solo ai Nets e agli Heat.

Le ultime due sconfitte, subite contro gli Indiana Pacers e gli Houston Rockets, una delle squadre “cenerentola” dell’ Nba almeno fino ad ora, non spostano tanto in termini di valutazione di una squadra che, ha tutto per arrivare in fondo ai playoff e finalmente, adesso, tutto il peso del gioco e tutte le responsabilità non cadranno sulle spalle del buon Lavine, che ha a disposizione dei compagni di tutto livello e qui, non possiamo non nominare l’ ex Spurs, DeRozan che si sta dimostrando fondamentale in coppia con Zach e le sue statistiche personali parlano chiaro: 25.8 PPG 5.2 RPG 4.3 APG con il 48.5% dal campo ed il 32.7% da 3 Pt.

I Bulls, sono sedicesimi nella classifica PPG con una media di 107.4 Pt a pari merito con i Minnesota T-Wolves; per quanto riguarda le altre statistiche dei biancorossi abbiamo un 43.1 RPG, 22.4 APG e le percentuali di tiri dal campo si assestano con il 45.8%, mentre per quanto riguarda i tiri da 3, sono del 36.3%, condito con un  84.9% riguardante i tiri liberi.

Insomma, statistiche migliorabili senza dubbio, soprattutto se si vuole puntare in alto, ma la stagione è iniziata da poco e le premesse allo United Center sono più che buone, vedremo fin dove si spingeranno questi Bulls 2.0; sarà finalmente la stagione della svolta oppure sarà nuovamente annata mediocre? Stay tuned e lo scopriremo presto.