Home Campionati SETTORE GIOVANILE UNDER 16 Campania – Pol. Cesinali, accesso negato tra le prime otto...

La domenica quasi perfetta..

Aspetti un anno intero la partita che ti farà sognare, gioire, soffrire e finalmente arriva. La partita quasi perfetta è quella che non avrà un domani ma solo l’attimo che stai vivendo, dove devi dare tutto, non hai mezze misure, o dentro o fuori. Ebbene la Polisportiva Cesinali  under 16 fase Gold gioca a San Nicola Strada contro i pari età del Koinè Caserta, primi in classifica. Cesinali deve vincere, con più di 10 punti di scarto, o sperare che nell’altro incontro Marcianise batta Pozzuoli (quest’ultima si rivela quindi essere l’ago della bilancia dei cesinalesi, sconfitti dai puteolani in casa di 13 punti, in una partita dove tutto il pallone sembrava non voler entrar in nessun modo nel canestro).

Partenza con tanto di pullman da 54 posti: genitori, amici, atleti dell’under 13 e 15 lo riempiono con tanta gioia, fiduciosi di un ritorno ancora più allegro. Già questo fa capire che la politica del fautore della società Carmine Matarazzo ha avuto successo: non si era mai avuto tanto seguito per una partita.

Inizia il riscaldamento pre-gara, la concentrazione è alta, la voglia di vincere stampata sul viso dei ragazzi, il tifo fa la sua parte, palla a due e Simone Solimene detta legge in area con l’aiuto del gigante buono Emanuele Donnarumma: i due fanno capire subito quali siano le loro intenzioni. Purtroppo per Cesinali di fronte c’è un ragazzo, Rosato, che nella testa e nelle mani ha stampato il canestro: basti pensare che dei primi 24 punti per la sua squadra, ben 19 sono suoi. Il primo quarto si chiude con una tripla allo scadere di Antonio “pika” Picariello (14-13).

Secondo quarto nella falsa riga del primo, con il vantaggio che oscilla a turno per le due squadre e con Cesinali che cerca di arginare la furia di Rosato, provando varie difese e cercando di trovare la via del canestro con tanta pazienza (10-4).

Nel terzo quarto coach Matarazzo sprona i suoi, invita a mettere in campo tutti gli sforzi di un anno intero, convincendoli del fatto che rimontare i 7 punti non è un’impresa impossibile; detto fatto, parziale di 21 – 11 per Cesinali, dove capitan Riccio, che mette a segno tre bombe, e Simone Solimene con un personale 6-0 consecutivo, mettono in ginocchio i casertani togliendo a loro tutta la proverbiale fiducia nei propri mezzi mostrata fino a quel momento: 38-35 per i leoni e la speranza che il sogno si avveri si fa sempre più concreta.

Arginato in qualche modo il talentino di casa (ne sentiremo parlare in futuro) Cesinali prova la fuga. Salgono in cattedra Lorenzo Ferrara e Raffaele Festa, quest’ultimo cuore e grinta del gruppo, in grado di realizzare sempre canestri importanti nei momenti che contano. Coach Mata usa quasi tutti i componenti della panchina e tutti danno il massimo, come Martin Viene, Marco Serrone e Michele Vietri: tanta sostanza e muscoli per i primi due, velocità per l’ultimo. In panchina chi non ha messo piede in campo non fa mancare il proprio apporto: Ciro Favato, Davide Giannattasio e Luca Lombardi, senza dimenticarsi dell’infortunato Francesco De Vita.

La partita è vinta 50-46 per Cesinali, che però non riesce ad arrivare ad un vantaggio di più di 10 punti e quindi, nella classifica avulsa, i cesinalesi seppur con 4 vittorie, come Pozzuoli e Koinè Caserta, è svantaggiata per differenza canestri. Si aspettava con ansia il risultato dell’altro incontro, sperando in una vittoria esterna di Marcianise, ma così non è stato.

Il rammarico per la sconfitta in casa contro Pozzuoli prende il sopravvento sulla bella vittoria ottenuta con la prima in classifica. Ma nulla è perso, anzi come ci tiene a sottolineare Coach Matarazzo da qui partiremo per arrivare in finale l’anno prossimo” Stesse frasi pronunciante nella finale dell’anno precedente con gli stessi atleti, ma under 15 di categoria.

Il futuro è radioso per la Polisportiva Cesinali. Chi capirà che con il lavoro e sacrificio si ottengono sempre soddisfazioni, saprà che a Cesinali troverà sempre una porta aperta e che non c’è bisogno di eccellenze o santoni del basket per capire che ognuno deve dare il proprio contributo… piccole realtà che danno spazio e possibilità a tutti, basta volerlo.

Koinè Caserta – Pol. Cesinali: 46 – 50 (14-13; 10-4; 11-21; 11-12)

Cesinali : Vietri, Ferrara 4, Festa 5, Riccio (k) 12, Viene 3, Picariello 5, Donnarumma 9, Giannattasio, Favato, Serrone, Lombardi, Solimene 12

Invia una replica

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa Privacy | chiudi