Home ARCHIVIO JUVECASERTA – “Tempo supplementare”: scende in campo la Procura Federale!

Il 3 Ottobre è la data nella quale il TAR del Lazio si riunirà e deciderà sul futuro della Juvecaserta: dargli torto oppure riammetterla in Serie A1. Ma in queste ultime ore c’è stata una “pentola” che a sorpresa, si è scoperchiata e ha iniziato ad emanare un cattivo odore. Si, un’odore di “marcio” che potrebbe scatenare un ‘tornado’ (come quelli visti ultimamente negli States) sulla Pallacanestro italiana. Infatti, il Presidente del Club bianconero, ha scritto al Procuratore Federale Avv. Marco Lucente, dopo aver ricevuto una denuncia scritta nella quale si citano gravi irregolarità nel procedimento che ha svolto la COM.TEC. per estromettere la Juvecaserta dal massimo Campionato italiano. E la lettera inviata al Procuratore Federale da parte della Juvecaserta, “sottolinea” la posizione della Vanoli Cremona, retrocessa sul campo, ad essere riammessa in Serie A1. Infatti in questo passaggio della lettera che noi evidenziamo: “su quanto realmente accaduto nella vicenda Esclusione Juvecaserta, che ha favorito il ritorno in serie A1 della Vanoli Cremona retrocessa sul campo (Sulla quale ci riserviamo ulteriormente di dedurre nei prossimo giorni, per valutare se sussistono come io penso, le condizioni ai sensi dell’Art. 124 R.G. per l’apertura di un procedimento a loro carico nelle competenti sedi).  L‘Art.124 R.G., se violato, porta dritto alla ‘radiazione’ da parte della società lombarda, in quanto riguarderebbe in “toto” illecito sportivo. Una cosa gravissima che davvero porterebbe ad un caos mai vissuto fino ad oggi da un Campionato nazionale. Ma, da quanto leggiamo in questo scorcio di comunicazione, cosa avrebbe mai fatto la Vanoli Cremona??

La lettera poi prosegue…“Nel verbale integrale della riunione COMTEC n° 253 del 13 luglio 2017 ore 12,30 (depositato in Giudizio cfr. allegato) viene indicato come Presidente della Commissione il dott. Attilio Befera. Da un accesso effettuato sul sito ufficiale della F.I.P. rilevo invece che il dott. Attilio Befera sarebbe stato nominato dal Consiglio Federale come nuovo presidente della Com.Te.C. solamente col verbale del 14 luglio 2017, che ad oggi non è stato ancora ratificato, quindi come affermato dai Consiglieri Federali ancora non disponibile sull’area riservata. Il che significa che alla data del 13 luglio 2017 il Presidente della Com.Te.C. era ancora il dott. Mario Sanino, che tra l’altro conserverebbe l’incarico fino alla ratifica della nuova nomina che dovrebbe avvenire nella prossima riunione del giorno 6 ottobre. Se ciò fosse vero come direbbero gli atti, sarebbe estremamente grave, non solo per la legittimità del verbale COMTEC del 13 luglio 2017 e della delibera n. 346/2017 con la quale la Juvecaserta non è stata ammessa al campionato, ma ancor più grave perché il dott. Mario Sanino è stato componente del Collegio di Garanzia a Sezioni Unite nella seduta del 26 luglio 2017 per la decisione sul ricorso col quale è stato impugnato anche il verbale della COMTEC della quale Egli alla data del 13 luglio 2017 ne era il Presidente. Rivestendo la verifica di tali aspetti caratteri di estrema urgenza visto anche l’imminente inizio del campionato, si
chiede alla S.V. Ill.ma di accertare immediatamente quanto sopra evidenziato, notificando con la dovuta urgenza alla scrivente società le risultanze delle indagini, con la copia dei relativi atti che la Procura Federale andrà ad acquisire, relativi alla nomina ed alla relativa ratifica del Presidente Com.Te.C.
Si riserva all’esito le eventuali comunicazioni del caso alla Procura della Repubblica. Si confida in un tempestivo riscontro”.

Insomma, davvero una “strana” situazione che se accertata, come abbiamo detto in precedenza, “scuoterebbe” di brutto tutto il Basket Italiano, che, diciamoci la verità, non sta vivendo un momento felice.

Invia una replica

7 + sedici =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa Privacy | chiudi